OUYA by STUDIO EVIL - pensieri e considerazioni

Tutte le recensioni delle console e le guide frutto del lavoro della community
Avatar utente
XeviaN
Messaggi: 2
Iscritto il: 29 apr 2013, 10:17
Console open: OUYA
Località: Gamedev
Contatta:

OUYA by STUDIO EVIL - pensieri e considerazioni

Messaggioda XeviaN » 29 apr 2013, 21:10

Ciao a tutti! Qui STUDIO EVIL, game development studio in Bologna.

Parliamo un pò della famosa, acclamata e amata, odiata, console OUYA.
immagine ridotta, clicca per ingrandire

Premessa

Con un kickstarter che si proponeva di raccogliere 950.000$, ed un risultato di oltre 8.5 milioni di dollari raccolti, OUYA ha ben fatto parlare di se in tutto il mondo.

L’idea è ottima: una console low cost da 99$, open, facile da programmare, che monta android e con tutta la connettività che serve. Si prospettano quindi giochi indie, retrogaming, emulatori ed app di ogni genere, un mondo ben diverso dalla classica console next-gen. L’aspettativa è alta e sembra aprirsi un nuovo filone di intrattenimento digitale casalingo.

Il devkit in anteprima costa "solo" 800$. Decidiamo di attendere. Passa un pò di tempo e parte un micro contest su twitter per vincere dei devkit (tipo: “cosa fareste se vinceste un devkit ouya”?). Con un tweet speciale, ripieno di parte anatomica posteriore, vinciamo un devkit. Gli abbiamo promesso che avremmo portato Syder Arcade su OUYA e anche il nostro prossimo progetto Planet Grind (che ha già cambiato nome in shellcode, intanto).

Nota per gli sviluppatori: non è più necessario procurarsi un devkit per poter sviluppare per OUYA. Vi basta avere la console e scaricare il loro sdk (c’è anche quello per Unity).

Vediamo un pò com’è fatta la OUYA...


Le caratteristiche hardware e il nostro unboxing

> Processore Tegra3: il più potente processore mobile attualmente disponibile: è un quadcore che integra la gpu, cloccato ad una frequenza che sta intorno ai 1.6 / 1.7 Ghz. Praticamente un Nexus 7. Non male davvero.

> 1 GB di RAM: molto interessante e sicuramente più usabile dell’equivalente “telefonico”, dato che sulla console non gireranno i 25 mila task e programmi che normalmente sono presenti sugli smartphone

> 8 GB di storage interno: beh, meglio di niente

> Uscita HDMI: supporto fino a 1080p (questo è un bene e un male, lo vediamo dopo)

> WiFi 802.11 b/g/n: ottimo, ne potete mettere una in cucina e una in bagno se volete, in modo da streammare i film e la musica

> Bluetooth LE 4.0: per connettere mouse, tastiere, joypad

> 2x USB: sono presenti una porta usb e una porta micro-usb.

> Joypad wireless bluetooth con mini touchpad

> Android 4.0

> Ethernet port

> Ventolina di raffreddamento interna

Insomma, un bel giocattolo che potrà anche appassionare i più smanettoni molti dei quali abbandoneranno l’amata raspberry per scegliere questo hardware, decisamente più potente.

Il devkit ci arriva dopo un mesetto e lo apriamo con impazienza. Nella scatola troviamo:

> La console
> Due joypad! (wow)
> Cavi, cavetti, spinotti
> Un foglio che cita “Thanks for believing” (wow(2))

La console del devkit è un prototipo: le plastiche sono provvisorie (tutte trasparenti) e non definitive. Smontando il cubetto è possibile estrarre l’unica scheda che compone la console per metterla in contenitori grandi meno della metà dell’attuale (ehi, potrei metterne una anche in macchina!).

La accendiamo e parte un video in HD della Julie Uhrman che ci ringrazia per aver creduto in questa opportunità e ci augura buon lavoro, e poi ci si presenta una prima versione beta della dashboard.

Il joypad è robusto, si tiene in mano molto bene e le distanze sono corrette. Sono necessarie due pile stilo AA che vanno inserite nell’impugnatura destra e sinistra, che si aprono sollevando un coperchio che si richiude tramite calamite (bella idea).

Il feel è quindi buono ma si notano da subito alcune pecche strutturali: gli analog pads sono scivolosi, i trigger sono un pò bislacchi e a volte capita che ci si incastri il dito indice in mezzo, il touchpad risponde male all’input. Ma vabè, è un prototipo, ci siamo detti.

Le OUYA che sono state spedite in questo periodo ai 60.000 backers hanno le plastiche definitive e una versione riveduta e corretta del joypad.


Il Software, lo sviluppo, le performance

Scarichiamo l’sdk (che si chiama ODK) e partiamo con lo sviluppo. Ah, noi usiamo Unity, non andiamo in nativo.

Il porting di Syder Arcade HD procede velocemente e dopo una settimanetta è pronto. In realtà sarebbero bastati due giorni, ma quando abbiamo fatto il port era un periodo di fix e improvement continui all’sdk, dato che c’erano alcuni problemi riguardo alla gestione dell’input che causava parecchio garbage e glitchava il gioco.

Con grande felicità, lo store di OUYA non ha la limitazione dei 50 mb sull’apk, quindi possiamo fare una build più corposa senza impazzire con download di obb separati.

Buona parte delle app android per smartphone gira anche sulla OUYA. Quindi sviluppare per questa console è equiparabile a sviluppare per smartphone. Anzi, le uniche cose diverse che dovrete implementare sono la gestione dello store (purchase & C) e la gestione dell’input (touchpad e joypad). Per il resto, è sempre un device android.

Il GRANDISSIMO vantaggio è che è device di cui si conosce l’hardware. Sviluppatore su console è sicuramente meno stressante che sviluppare per telefonini o computer vari, almeno dal punto di vista della varibilità dei comportamenti del software in base all’hardware.

L’hardware è quello, quindi potete permettervi di tirarlo al massimo e sfruttarne tutte le potenzialità.

Questo sicuramente è un ottimo punto a favore di OUYA perchè permette di avere app spinte e maggior qualità che non un qualunque gioco sviluppato per generici device android.

Syder Arcade, infatti, ha alcune feature aggiuntive rispetto alla versione android (che purtroppo deve girare anche su device non recentissimi):

- Retro filters: post effects che simulano risoluzione e colori dei vecchi computer come C64, Spectrum, Amiga, ecc (presente nella versione PC/Mac)

- Normal maps e texture a risoluzione più alta: OUYA ha sicuramente un sacco di ram libera, e grazie alla presenza del chip Tegra possiamo comprimere le texture in DXT, quindi maggior qualità e minor spazio occupato in ram. Ci sono state anche le normal (con una luce per pixel).

- Qualità maggiore dell’audio: Syder Arcade, a differenza di molti giochi android che hanno un loop di musica da 10 secondi per tutta la durata della partita, ha 11 brani audio completi. Questo porta via ram. Nella versione android abbiamodovuto comprimere la musica in mp3 a 80-96 Kbit, mentre nella versione OUYA sono a 128kbit (e probabilmente nella prossima build saranno “addirittura” a 156kbit).

Il Tegra3 va forte. Dei conti per pixel se ne riescono a fare parecchi. C’è un unico problema: il fillrate (come al solito, nei device mobile).

A 1920x1080 la OUYA crepa. A quella risoluzione bisogna VERAMENTE limitare gli overdraw perchè le performance sono piuttosto basse. Un pò come quella genialata dell’iPad3.

Per questo abbiamo dovuto forzare Syder Arcade a 1280x720, ma pazienza, niente di grave.


La dashboard, lo store, i giochi

La prima versione della la dashboard (che attualmente è ancora in via di sviluppo) permetteva di aggiornarne il firmware, leggere le news sol mondo ouya, navigare su internet tramite una prima versione del browser, modificare le solite impostazioni di base di android (wifi, rete, applicazioni installate, ecc), e gestire e lanciare le build dei vostri software/giochi, e poco altro.

Ad oggi è presente nella dashboard lo store proprietario di OUYA con tutti i giochi fino ad ora pubblicati, divisi per categorie (categorie che si stanno evolvendo in base alle tipologie di giochi che arrivano, e in base a ciò che la community di sviluppatori suggerisce a Kelee Santiago, madrina dello sviluppo su OUYA).

Quando un gioco viene pubblicato sullo store, finisce in una categoria di entrata chiamata SANDBOX.

I giochi possono essere votati con il pollicione sù (tipo Facebook o Greenlight) e quando hanno raggiunto un numero sufficienti di like (poco meno di una decina, per ora), vengono inseriti nelle giuste categorie. Questo dovrebbe permettere di isolare il crapware dai giochi degni di nota.

Una volta scelto un gioco è possibile metterlo a scaricare e una volta finito il download installarlo e giocarci.

Sullo store si trovano già un sacco di giochi indie e arcade. La filosofia di OUYA è quella di avere tantissimi giochi, tutti free to play, dove ci sia una parte giocabile e una parte a pagamento (gioco full o inapp purchase).Dato che a noi fa ribrezzo l’in-app purchase, abbiamo messo Syder Arcade in demo con il purchase della full.

Il prezzo medio dei giochi dovrebbe attestarsi intorno ai 2/3/4€, ma si troveranno un sacco di giochi completamente gratis e i soliti giochi a prezzi assurdi come Final Fantasy 54 a 12€.

Il rischio (per gli sviluppatori) di avere così tanti giochi free, su una console con questo taglio (arcade, giochi veloci, divertenti anche giocandoci pochi minuti) è di vendere veramente poco. Staremo a vedere cosa succederà, è sicuramente una scommessa.

Dicevamo che è possibile installare apk generici Ho provato infatti subito XBMC e VLC. Il primo sarebbe perfettamente meraviglioso se non avesse un unico problema con alcuni codec video, e purtroppo molti video HD scattano. Speriamo risolvano. VLC funziona a meraviglia con video Full HD.


La press, i commenti, i pettegolezzi da balcone

Tegra3 è sicuramente il migliore chipset per il gaming android.

Purtroppo nell’ultimo periodo abbiamo assistito ad un sacco di lamentele da parte di tutto il pianeta, da parte di siti specialistici e non, per le scarse performance della OUYA.

OUYA non è stata presa come “uno dei device android più potenti”, ma come una delle “console MENO potenti del panorama attuale”, in cui gireranno giochi fatti per cellulare.


Quello che probabilmente non ha funzionato (per ora)

Molti gamer sono “nuovi”, giovani, sono cresciuti con le console next-gen. Non sanno apprezzare giochi indie e retro gaming o comunque non sono in grado di concepire una console che non abbia grafica “attuale” e titoli tripla A

Il team OUYA non ha forse saputo comunicare con decisione che la versione attuale (spedita ai 60.000 backer del kickstarter) è ancora in beta. La versione definitiva sarà disponibile il 4 giugno, al lancio ufficiale della console (l’hardware è definitivo, ma devono ancora terminare il firmware e la dashboard)

OUYA ha dichiarato che aggiornerà l'hardware della console ogni anno. Quindi, se da una parte avremo il vantaggio di poter acquistare una nuova OUYA con Tegra4 (l'anno prossimo) e Tegra5 (quando sarà), avremo anche qui una frammentazione delle app. Sicuramente non importante quanto quella su android, ma comunque sarà una cosa che gli sviluppatori dovranno gestire scalando i contenuti dei propri prodotti. E sicuramente ci sarà chi non lo farà, e quindi prodotti nuovi non compatibili con i device più vecchi.

Molti sono preoccupati del fatto che arriveranno un sacco di crappy port da android. Probabilmente è vero purtroppo. Portare un gioco studiato per device touch su un device che ti dà in mano un joypad potrebbe risultare in un gameplay decisamente sballato. Molti sviluppatori non se ne preoccuperanno.

Portare un gioco android su OUYA significa fare una serie di cose tra cui anche rivedere l’interfaccia utente ad esempio.


OUYA può essere apprezzata, invece, da

Giocatori amanti dei giochi indie e dei giochi retrò, che è una fascia di pubblico diversa dagli abituali utilizzatori di console e probabilmente in parte diversa anche dai casual gamer su cellulari

Giocatori casual su telefono e pad che potranno giocare i loro giochi autovincenti anche sul tv (o che so, ruzzle)

Smanettoni che installeranno ogni tipo di software sulla console, dai mediacenter a tutti gli emulatori di ogni cosa e 7 versioni di browser diverse


DUE PAROLE SU DI NOI

Studio Evil è un piccolo team di game development con sede a Bologna. Sebbene realizzare prodotti videoludici sia il nostro lavoro a tempo pieno solo da un paio di anni, molti di noi si conoscevano da tempo e avevano già realizzato insieme alcuni progetti in passato. Il nucleo del team è composto da Luca Marchetti, CEO e responsabile della programmazione delle logiche di gioco, Christian Meneghini, CTO, segue tutte le cose che devono andare forte, shader, memoria e space partitioning e comapgnia. Poi abbiamo Marco Di Timoteo, alle redini del game design e della produzione artistica e Domiziana Suprani, addetta agli aspetti sociali e di promozione del gioco. Alcuni collaboratori esterni ci aiutano nella realizzazione dei singoli progetti (ad esempio Fabrizio Zagaglia, programmatore e creatore della logica di gioco alla base di Syder Arcade).

Il nostro primo titolo, Syder Arcade, è uno shoot’em up a scorrimento laterale multidirezionale. In un sistema stellare lontano nello spazio e nel tempo, il protagonista dovrà partire in una missione di difesa e sconfiggere razze aliene che minacciano il suo popolo. Syder Arcade è disponibile per PC e Mac, in versione mobile per Android e iOS con il nome di Syder Arcade HD e infine per OUYA, raccogliendo elementi da entrambe le altre versioni. Il giocatore può scegliere tra diverse navi spaziali, livelli di difficolà e filtri grafici che vogliono omaggiare vecchi sistemi di gioco come Commodore 64, Apple II e così via.

Ci trovate qui:

http://www.studioevil.com
http://www.facebook.com/studioevil
https://twitter.com/@studioevil

A prestooooo

Christian XeviaN Meneghini
cto - STUDIO EVIL

edit zip:
fonte foto http://mashable.com/2013/02/05/ouya-retail/

Avatar utente
RZZ
Moderatore Supremo
Messaggi: 710
Iscritto il: 4 mag 2011, 20:11
Località: Udine

Re: OUYA by STUDIO EVIL - pensieri e considerazioni

Messaggioda RZZ » 29 apr 2013, 23:38

Innanzitutto ben venuto nel forum!
Ti ringrazio per il post preciso e dettagliato, che ci ha dato un sacco di notizie interessanti e tecniche come piacciono a noi.

Conoscevo Studio Evil grazie alla partecipazione che Marco Di Timoteo ha fatto su Arsludica un annetto fa e che mi permetto di linkare, molto interessante per chi vuole conoscervi meglio: http://arsludica.org/2012/07/02/arsludi ... y-reprise/
Partecipazione che mi ha permesso di conoscere Syder Arcade che è il titolo perfetto per gli amanti del retrogame ( nel mio piccolo ho fatto anche io shoot’em up a scorrimento laterale :) )

Solo una domanda: dici che ci sono giochi con prezzi assurdi come FF a 12 €, ma da persona che vive vendendo software, non trovi che 12 euro siano un prezzo onesto (se il gioco è buono) e che viceversa 2€ sono un valore che non permette di sopravvivere se non a fronte di decine (o centinaia?) di migliaia di download?

grazie
Immagine

Avatar utente
Zip
Site Admin
Messaggi: 3098
Iscritto il: 3 mag 2011, 21:03
Console open: Attuali Caanoo , Wiz, dingoo a320 (possedute Wiz, s7100B, s5110, s7300B, OpenPandora)
Località: Sicilia
Contatta:

Re: OUYA by STUDIO EVIL - pensieri e considerazioni

Messaggioda Zip » 30 apr 2013, 0:32

Grazie mille Christian per il post, vi auguro buona fortuna e speriamo che questa ouya faccia decollare le open :)

Avatar utente
XeviaN
Messaggi: 2
Iscritto il: 29 apr 2013, 10:17
Console open: OUYA
Località: Gamedev
Contatta:

Re: OUYA by STUDIO EVIL - pensieri e considerazioni

Messaggioda XeviaN » 30 apr 2013, 13:45

RZZ ha scritto:Innanzitutto ben venuto nel forum!
Solo una domanda: dici che ci sono giochi con prezzi assurdi come FF a 12 €, ma da persona che vive vendendo software, non trovi che 12 euro siano un prezzo onesto (se il gioco è buono) e che viceversa 2€ sono un valore che non permette di sopravvivere se non a fronte di decine (o centinaia?) di migliaia di download?
grazie


Hai sicuramente ragione. Purtroppo la corsa al ribasso che abbiamo vissuto in questi anni su mobile è stata veramente un disastro per gli sviluppatori. Per vendere un gioco a 1€ (con split tipico del 70/30) e ritornare almeno dei COSTI di sviluppo, ne devi vendere qualche decina di migliaia di copie.

Gli autori del gioco di FF se ne fregano e lo vendono ad un prezzo molto alto perchè sanno comunque che i loro fan quei soldi glieli danno comunque volentieri. Ed hanno una fan base enorme.

L'altro meccanismo, che a noi non piace, è il free to play con continui in app purchase. E' una davvero orrenda che sfrutta meccaniche compulsive delle persone.

Speriamo che la bolla del free to play scoppi presto perchè non se ne può più.

Avatar utente
Farox
Cavaliere OC.it
Cavaliere OC.it
Messaggi: 812
Iscritto il: 4 mag 2011, 20:48
Console open: GP2X-F200 bianca, Caanoo (bianca),
Pandora (First Batch 256MB RAM) nera,
JXD S7300B nera, Rpi model B
Località: Umbria
Contatta:

Re: OUYA by STUDIO EVIL - pensieri e considerazioni

Messaggioda Farox » 30 apr 2013, 14:08

Intanto benvenuto/benvenuti e complimenti per Syder Arcade gioco che ho acquistato in formato PC qualche tempo fa e che trovo molto ben realizzato e divertente.
Mi fa piacere vedere una realtà italiana attiva nel mondo dei videogame. :)

Per quanto riguarda Ouya rimango (ma questo fin dall'inizio ..) un po scettico, perchè generalmente preferisco console "mobile" a quelle fisse (e generalmente meglio se opensource..reali), cmq aspetto l'uscita della console definitiva per dare un giudizio piu consistente.

Sarei inoltre molto curioso di sapere se fosse possibile portare qualche vostra creazione su Pandora (la mia console preferita e con la quale mi diverto a fare qualche port..), ma da quello che leggo il vostro ambiente di lavoro sembra basato sul motore Unity e quindi (almeno al momento) non essendoci un port di Unity per Pandora (credo) non se ne puo fare niente.
Immagine

Avatar utente
kayuz
Cavaliere OC.it
Cavaliere OC.it
Messaggi: 627
Iscritto il: 4 mag 2011, 15:27
Console open: Caanoo fidelis!! sempre co'te! :D
Località: Terni

Re: OUYA by STUDIO EVIL - pensieri e considerazioni

Messaggioda kayuz » 7 lug 2013, 16:14

holà!
ho visto adesso la news!
grazie per la recensione dopo la leggo con calma dallo smartphonne, mi sono salvato la pagina ;)


Torna a “Recensioni & Guide”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti